Magazine di approfondimento culturale |

Sdrammatizzare l'amore

Amore tragicoIn un mercato in cui a prevalere è ormai il pubblico femminile, è normale che le case editrici si attrezzino per accontentare lettrici sempre più esigenti e preparate.
Si aprono nuove parentesi, si inaugurano collane e prendono vita trilogie.
Come quella del divano di Becca, per la firma di Lena Valenti, già autrice di diverse serie romantico-erotiche di successo. Ha aperto le danze, a maggio, El diván de Becca, cui fanno seguito, a luglio, gli altri capitoli: El desafío de Becca e La decisión de Becca. Il mondo dei media è la palestra quotidiana di una psicologa che, con l'aiuto del suo cameraman, dovrà affrontare le fobie del paese percorrendolo in lungo e in largo per dar vita a un programma televisivo. Ma mentre la vita professionale di Becca va alla grande, quella personale crolla, quando il fidanzato decide di chiudere la loro relazione dopo cinque anni.

Si ride e ci si commuove anche con El amor no se compra, pero a veces sale muy caro di Estefanía Salyers, giornalista radiofonica e sceneggiatrice al suo debutto nel romanzo. Una donna, la protagonista della storia, sta fuggendo per Madrid vestita da sposa, con la Polizia alle sue calcagna che la accusa di un delitto che lei sa di aver commesso, anche se involontariamente. La cosa buffa è che Leire odia i matrimoni e non ha mai pensato nemmeno per scherzo di sposarsi. Tra equivoci e gioco delle parti, una trama con più colpi di scena di un thriller.
El desafío de BeccaLa decisión de BeccaL'editore Suma de Letras lancia, proprio per il suo pubblico femminile, una nuova collana all'insegna dell'autoironia. Si chiama BetaCoqueta e parte con El cuaderno de Paula di Sara Ballarín, che già dalla copertina svela le proprie intenzioni. Prendere in giro gli stereotipi che riguardano le donne e il loro mondo. Una sfida difficile che però è alla portata dell'autrice, che si è autopubblicata su internet con successo prima di venir scoperta e lanciata in grande stile.
La storia di Paula è quella di una donna di successo, una decoratrice d'interni che vive a Barcelona, che deve ricominciare da zero, complice un quaderno dimenticato in una caffetteria.
È sessuologa e sa bene di cosa si parla quando si parla d'amore Silvia C. Carpallo, che gestisce diversi blog seguitissimi dedicati al tema. Con Decirte adiós con un te quiero lavora su territori a lei congegnali: amore, sesso e amicizia. Tre donne di quasi trent'anni, amiche fin dall'università, e le loro vite parallele, affrontate con stile spigliato e con la voglia di raccontare qualcosa di più di una triplice storia divertente e piccante. Tra una situazione ironica e l'altra Carpallo cerca di sviluppare la sua esperienza per sottolineare la difficoltà di maturare al giorno d'oggi per una donna.
Una riflessione approfondita e satirica sul tema della relazione è anche al centro di Hasta que el amor nos separe di Silvia García Ruiz, che a partire dal titolo svela la propria intenzione di smitizzare uno dei modelli sociali della vita di coppia: il corteggiamento. Lui è Jack, un imprenditore specializzato in sexy shop; lei invece è Anna, una donna dal carattere forte di cui il padre di Jack vuole disfarsi. Per farlo chiederà aiuto al figlio, che penserà bene di farla innamorare di sé, mentre per la donna il successo sarà farsi odiare dal suo rivale, in una sfida prolungata e senza esclusioni di colpi, di doppi sensi e di equivoci. Chi la spunterà?

 

El diván de Becca El amor no se compra pero a veces sale muy caro El cuaderno de Paula Decirte adiós con un te quiero Hasta que el amor nos separe

 

Forse ti interessa anche...

Copyright © 2014-2016 Cuéntame. Tutti i diritti riservati.
Questo sito utlizza cookies. Per saperne di più. | Privacy.
¿Eres escritor?