Magazine di approfondimento culturale |

Reyes Calderón vince il premio Azorín de Novela

Reyes CalderónPochi giorni fa è stato assegnato il premio Azorín de Novela, bandito a partire dal 1994 dall'editore Planeta in collaborazione con la Provincia di Alicante.
Se lo è aggiudicato con un verdetto unanime, insieme ai quarantacinquemila euro del montepremi, la scrittrice Reyes Calderón (Valladolid, 1961), al suo settimo romanzo. Dispara a la luna, di prossima pubblicazione, è stato presentato sotto pseudonimo, con il titolo fittizio Nessun dorma.
Si tratta di una storia poliziesca, che parte da un sequestro di persona avvenuto durante il periodo di tregua del terrorismo basco. Oltre all'ETA, ci sono in gioco i servizi segreti e l'Interpol. E la protagonista seriale degli altri romanzi di Calderón, la giudice Lola MacHorn.
«È un romanzo polifonico», ha detto la scrittrice durante la cerimonia di premiazione, dopo aver sottolineato la sua simpatia per il premio Azorín e la sua emozione nell'essere accostata ai nomi dei precedenti vincitori, come Gonzalo Torrente Ballester o Fernando Delgado.

Una storia poliziesca, che parte da un sequestro di persona avvenuto  durante il periodo di tregua del terrorismo basco linea verticale

«La mia eroina», ha proseguito la scrittrice, che è anche giornalista, e che ha ammesso di aver ricevuto un grande aiuto da parte della Guardia civil durante le ricerche e la preparazione alla scrittura, «ha un che di cervantesco, è molto coraggiosa, è una donna forte».
Uno dei membri della giuria, Juan Eslava Galán, ha detto che la qualità delle opere presentate quest'anno, 94 in tutto, era molto alta, ma che non hanno avuto difficoltà nell'identificare quella da premiare. «Solo in apparenza è un romanzo poliziesco, in realtà rivela con il passare delle pagine molte chiavi di lettura e tocca temi molto attuali.»
Reyes Calderón, che da anni vive in Navarra, conosce molto bene i problemi del Nord della Spagna, dell'ETA e dei Paesi Baschi, ma lavorando al romanzo si è resa conto di come ferite che si pensava fossero ormai chiuse sono ancora aperte.

Forse ti interessa anche...

Copyright © 2014-2016 Cuéntame. Tutti i diritti riservati.
Questo sito utlizza cookies. Per saperne di più. | Privacy.
¿Eres escritor?