Magazine di approfondimento culturale |

La storia è questione di coraggio

Pilar RuizTerminati gli europei di calcio, lo sport resta protagonista anche in libreria, grazie a Jóvenes promesas (Planeta, 432 pagine). Lo sceneggiatore televisivo Juanjo Díaz Polo (Cáceres, 1964) ricostruisce la prima partecipazione della nazionale di calcio spagnola alle Olimpiadi di Anversa. L'anno è il 1920 e nessuno crede che la formazione possa ottenere qualche merito sul campo. È il debutto delle future furie rosse in una competizione internazionale, le speranze sono pochissime, anche se il talento dei selezionati è, al contrario, notevole: con giocatori come Zamora, Pichichi, Pagaza, Belauste e Samitier, ossatura di un Athletic Bilbao fortissimo, la nazionale arriverà seconda, dietro al Belgio padrone di casa, offrendo gran calcio e uno spettacolo di primissima qualità. Polo ripercorre le gesta epiche di una squadra di cui poco si ricorda, ma che è stata uno dei tasselli dei futuri successi, quasi un secolo dopo, di chi vincerà i campionati europei due volte di fila e si laureerà, nel 2010, campione del mondo.

Sei anni prima, nel 1914, a Santander, soffia aria di guerra. Sono le premesse di La danza de la serpiente (Ediciones B, 424), romanzo storico in cui i due protagonisti, un'attivista a favore del suffragio universale e un anarchico andaluso, si trovano sulle coste del mar Cantabrico dove si decideranno sia i loro destini che quelli della Spagna.

Quattro romanzi di genere che sono pensati per un ampio spettro di lettori
linea verticale

Secondo romanzo di Pilar Ruiz (Santander, 1969), è un affresco corale giocato tra spy story e dramma sociale dove scrittori, prostitute, registi, rivoluzionari e nobili si rincorrono in un'estate di guerra e follia; e in una storia ben calibrata tra fatti reali e invenzioni che servono da collante per rendere credibile il ritratto del passato e la trama gialla.
Anche il nuovo lavoro della barcellonese Lluïsa Piñol è un'avventura epica dove è aperta la caccia a un antico manufatto egizio. Los hilos del tiempo (Roca, 320 pagine) si concentra sul nipote di un'eccentrica donna scomparsa senza lasciare tracce. La ricerca della parente porterà il giovane ingenuo in molte città europee, fino a un misterioso monastero arroccato su un'isoletta greca. Azione, suspense e ironia sono gli ingredienti principali di una trama ricca di emozioni forti.
Punta invece a sentimenti più delicati La librería del callejón (La Esfera de los Libros, 737 pagine) di Manuel Hurtado Marjalizo (Écija, 1962), dove la ricerca della sua amata spinge un pittore, negli anni Quaranta del Novecento, a percorrere i bassifondi di Madrid: finirà nella libreria di un vecchio militante repubblicano e in una rete spionistica che non si è mai dissolta dopo la fine della Guerra Civil. La storia di snoda su due piani paralleli, nel passato del pittore e nel presente di un professore che, durante un'asta da Sotheby's, ne comprerà una tela, apparentemente di scarso valore, ma che in realtà scatenerà una lotta da parte di misteriosi servizi segreti pur di metterci sopra le mani. Thriller intimista, è un romanzo destinato a un ampio spettro di lettori.

Jóvenes promesas La danza de la serpiente Los hilos del tiempo La librería del callejón

 

Forse ti interessa anche...

Copyright © 2014-2016 Cuéntame. Tutti i diritti riservati.
Questo sito utlizza cookies. Per saperne di più. | Privacy.
¿Eres escritor?