Magazine di approfondimento culturale |

Donde los escorpiones di Lorenzo Silva

  • Scritto da Matteo Di Giulio

Dove gli scorpioniLorenzo Silva (Madrid, 1966) è tornato e insieme a lui sono tornati i suoi personaggi seriali, Bevilacqua e Chamorro, in uno dei romanzi noir più complessi e intimisti della stagione.
Donde los escorpiones parte con un omicidio, il tipico delitto insolubile. La particolarità, però, è che stavolta il crimine non avviene in Spagna, ma a migliaia di chilometri di distanza, in una base militare in Afghanistan, dove un soldato spagnolo di stanza a Herat è trovato sgozzato. I sospetti sono tanti, forse troppi, nonostante il luogo relativamente isolato e circoscritto, anche perché l'arma utilizzata è un coltello tradizionale afgano. I due membri della Guardia Civil partono, senza sapere bene a cosa andranno incontro, e finiranno per doversi barcamenare in un mondo, quello militare, a loro sconosciuto, complicato dall'intreccio di possibilità: dal delitto passionale alle ipotesi di infiltrazioni terroristiche.

Leggi tutto: Donde los escorpiones di Lorenzo Silva

El desorden que dejas di Carlos Montero

  • Scritto da Matteo Di Giulio

Il disordine che lasciVincitore del Premio Primavera de Novela, El desorden que dejas di Carlos Montero (Celanova, Ourense, 1972) è la conferma di un trend: il romanzo di genere lascia il posto a un diverso tipo di romanzo che, pur ricalcandone gli schemi e la struttura, non appartiene a nessun genere.
Il nuovo romanzo del giornalista, infatti, potrebbe essere accumunato a un giallo, a un noir o a un thriller, ma per la complessità psicologica anche a un dramma familiare e per il contesto ambientale e i riferimenti all'attualità a una storia di realismo sociale.
C'è un mistero da risolvere, e non da poco, ci sono segreti da scoprire e c'è un'indagine portata avanti da una professoressa, eppure non si ha mai la sensazione di trovarsi di fronte a una detection story pure e semplice.
Montero riesce nel difficile incastro di filoni, canoni e sensazioni, in una cornice di solida narrazione professionale.

Leggi tutto: El desorden que dejas di Carlos Montero

Madrid:frontera di David Llorente

  • Scritto da Matteo Di Giulio

Madrid frontieraQuella di David Llorente (Madrid, 1973) è una delle voci più originali nel panorama attuale della narrativa: di genere e non.
Come dimostrato nel precedente Te quiero porque me das de comer, del 2014, e ancora di più nel recentissimo Madrid:frontera, la brillantezza di Llorente non risiede in una sperimentazione spinta e fine a se stessa, quanto in una capacità con pochi eguali di costruire trame utilizzando la scrittura come grimaldello per entrare nelle psicologie dei personaggi e, interagendo direttamente con loro, nella testa dei lettori.
È tutta questione di stile, ma non c'è mai eccesso: la prosa è cristallina, lineare, con molti punti e a capo e frasi secche. I dialoghi sono la cartina di tornasole dell'impianto narrativo, dialoghi senza virgolette e costituiti per lo più da domande le cui risposte sono monosillabi che esplodono come bombe carta, spargendo intorno a sé un cumulo di macerie che poi si trasformano in dubbi, in idee, in circostanze e, va da sé trattandosi di un noir, per quanto atipico, in colpi di scena.

Leggi tutto: Madrid:frontera di David Llorente

Las meninas di Javier Olivares e Santiago García

  • Scritto da Matteo Di Giulio

Le ragazzeProgetto nato a metà anni Duemila, più volte rimandato, abortito, ripreso e rivisto, Las meninas doveva partecipare a un concorso, quando il suo sceneggiatore, Santiago García (Madrid, 1968), si rese conto che né lui né il disegnatore, Javier Olivares (Madrid, 1964), se anche avessero vinto, sarebbero mai riusciti, come richiedevano le regole del premio, a terminare la graphic novel in sei mesi. Non avevano torto, visto che da quel giorno a quello dell'uscita in libreria sarebbero passati quasi otto anni.
Scartata quindi l'idea, si sono rivolti ad Astiberri, editore specializzato nel fumetto d'autore, che ha aperto le porte alla loro originale rivisitazione della vita del pittore Diego Velázquez e che ha atteso il tempo necessario per poi poterlo stampare, mandare in libreria e ottenere, qualche mese dopo la pubblicazione, il premio più prestigioso del fumetto spagnolo: il Premio Nacional del Cómic.
La conferma che questa graphic novel, dalla vita tanto travagliata, è un geniale capolavoro.

Leggi tutto: Las meninas di Javier Olivares e Santiago García

Todos iremos al paraíso di José Ángel Mañas

  • Scritto da Matteo Di Giulio

Tutti andremo in paradisoUn dettaglio può cambiarti la vita. In meglio o in peggio: tutto dipende dal destino. Un errore può trasformarsi in qualcos'altro, in opportunità o in fatalità, e spesso si tratta di un processo totalmente fuori dal controllo umano.
Di questo parla il nuovo romanzo di José Ángel Mañas (Madrid, 1971), già autore del libro cult della generazione della movida di metà anni Novanta, Historias del Kronen. Ormai cresciuto alla statura di autore maturo, dallo stile limpido ed elegante, l'ex ribelle delle lettere si conferma, nelle ricerca di temi inquietanti e di colpi di scena sanguigni, ancora psicologicamente irrequieto.
Todos iremos al paraíso è un thriller, è un noir, ma soprattutto un dramma esistenziale che mina le fondamenta della quotidianità a colpi d'accetta.

Leggi tutto: Todos iremos al paraíso di José Ángel Mañas

Copyright © 2014-2016 Cuéntame. Tutti i diritti riservati.
Questo sito utlizza cookies. Per saperne di più. | Privacy.
¿Eres escritor?