Magazine di approfondimento culturale |

La flaqueza del bolchevique di Lorenzo Silva

La flaqueza del bolcheviqueBolscevìco (meno corretto bolscèvico) agg. e s. m. (f. -a) [dal russo bolševik «maggioritario» tratto da bolšenstvo «maggioranza»].
Nella pubblicistica politica è un comunista rivoluzionario e intransigente.
Nel romanzo di Lorenzo Silva è invece un uomo che, con il passare degli anni, si è trasformato in una spina del fianco. Della società, degli altri esseri umani, ma soprattutto di se stesso.
Un uomo che ha perso la spinta rivoluzionaria e che dell'insurrezione conosce ormai soltanto qualche vaga teoria, che recita a memoria.
Un giorno come un altro, un giorno infernale, un giorno di passione, il bolscevico non ancora fiaccato si ritrova in un ingorgo mentre di mattina si sta recando a lavoro: tampona l'auto di fronte e finisce a litigare con una donna di mezz'età, una borghese snob che lo umilia.

Scatta la vendetta.
Prima sono telefonate anonime, poi un pedinamento. La donna ha una sorella minore e quando il bolscevico la vede tutto cambia.
Inizia a frequentare la ragazzina, ad abbassare le difese, a dubitare delle proprie certezze. A porsi degli interrogativi scomodi.

graffa Un presente privo di scrupoli dipinto senza bisogno di aggiungere nulla alla cruda realtà dei fatti

Fino al tragico finale.
La flaqueza del bolchevique è un romanzo breve che riesce però a sintetizzare con grande efficacia la psicologia umana di un individuo che, pur tenendo un piede dentro il sistema, si bea del suo atteggiamento da ribelle. Un personaggio complesso, mefistofelico, ma tutto sommato debole. E delle sue debolezze si fa vanto, finché non vengono a galla; e con esse emerge anche un'umanità che lui per primo credeva perduta per sempre.
Ma è troppo tardi e la legge del contrappasso lo mette in ginocchio.
Un romanzo crudo e necessario, dal quale è stato tratto un film altrettanto d'impatto, con un eccellente Luis Tosar nel ruolo del bolscevico del titolo.
Lorenzo Silva dipinge il dettaglio di un presente privo di scrupoli senza bisogno di aggiungere nulla alla realtà dei fatti.
Non è un noir, non è un romanzo di genere, ma è una storia di dirompente vitalità.

 

La flaqueza del bolchevique graffa Autore: Lorenzo Silva
Titolo: La flaqueza del bolchevique
Anno: 1997
Editore: Booket
Pagine: 192
ISBN: 978-84-233-4327-0

 

Forse ti interessa anche...

 

Copyright © 2014-2016 Cuéntame. Tutti i diritti riservati.
Questo sito utlizza cookies. Per saperne di più. | Privacy.
¿Eres escritor?