Magazine di approfondimento culturale |

Pronto será de noche di Jesús Cañadas

Presto farà notteCi sono thriller ricchi d'azione e colpi di scena, pensati nel minimo dettaglio e precisi come un ingranaggio d'orologio; e poi ci sono romanzi come questo, in cui apparantemente non succede molto, ma talmente carichi di suspense e di tensione che non puoi smettere di leggerli.
Pronto será de noche di Jesús Cañadas (Cadice, 1980) segue il lovecraftiano Los nombres muertos, pubblicato nel 2013 da Fantascy, e conferma l'autore come uno dei nomi su cui puntare per quanto riguarda il genere fantastico.
Il pretesto è genialmente semplice: un ingorgo interminabile, una fila di macchine che si snoda per chilometri, nessuna speranza di poterne uscire. Alle loro spalle, perché sì si tratta di uomini in fuga, un Male indeterminato e nebuloso. Di fronte a loro poche speranze di farcela.
Tutto qui.

Ma in realtà non è poco, visto come Cañadas sa maneggiare il tema, senza perdersi in fronzoli ma soprattutto senza cadere nella tentazione di voler stupire a tutti i costi i suoi lettori con effetti speciali che, in un contesto delimitato come questo, stonerebbero.

Eroi che non sono eroi per uno scenario che è al tempo stesso pre e post-apocalittico linea verticale

Pronto será de noche è un libro di genere che utilizza forse il genere più difficile per parlare d'altro. Di politica, di futuro, di presente: di paure. Dell'impossibilità degli esseri umani, anche in situazioni estreme, di riuscire a trovare una via di mezzo, una conciliazione, di fare sacrifici per tenere insieme un gruppo che, unito, potrebbe fare la forza; ma che quando si sgretola non ha la minima possibilità di raggiungere lo scopo: la sopravvivenza.
Sono tante le influenze che si sentono in quest'opera. Nei temi più William Golding che Stephen King, anche se lo stile e la scrittura fatti di frasi brevi, di motivi che come in un medley ritornano e s'inchiodano nella testa, di echi sottolineati da aggettivi e digressioni sempre ben congegnati, sono perfetti per un romanzo commerciale. Ma ci sono anche tracce di Jesús Carrasco e di quelle atmosfere cupe da horror anglosassone oltre che delle serie tv americane recenti, come Jericho o Wayward Pines.
Cañadas dimostra di conoscere il genere soprattutto nella costruzione di situazioni archetipe che si riflettono in personaggi che si ricordano fin dalla prima apparizione: gente normale, eppure straordinaria. Eroi che non sono eroi per uno scenario che è al tempo stesso pre e post-apocalittico.
Recita l'incipit: «Presto calerà la notte, ma non farà nessuna differenza. Il cielo continuerà ad avere un colore scomodo. Il fuoco che balla tra le finestre tirerà la città fuori dalla cecità».
Poesia di genere, per uno dei migliori romanzi del 2015.

Autore: Jesús Cañadas | Titolo: Pronto será de noche | Anno: 2015 | Editore: Valdemar | Pagine: 256 | ISBN: 978-84-770-2801-7
Pronto será de noche linea verticale

 

Forse ti interessa anche...

Copyright © 2014-2016 Cuéntame. Tutti i diritti riservati.
Questo sito utlizza cookies. Per saperne di più. | Privacy.
¿Eres escritor?