Magazine di approfondimento culturale |

Un paso al frente di Luis Gonzalo Segura

Un passo al fronteSe è vero che (troppo) spesso la realtà supera la finzione, il debutto letterario di Luis Gonzalo  Segura ne è il perfetto testimone.
Un passo indietro, per capire meglio la storia vera dietro la storia di finzione, che poi tanto finzione non è.
Chi è Luis Gonzalo Segura?
Un tenente dell'esercito spagnolo, che l'esercito ha ripudiato e ostracizzato per aver messo nero su bianco, in questo suo romanzo d'esordio, tutte le brutture, le ingiustizie e le malversazioni che affliggono l'istituzione di cui faceva parte. Denunciati a più riprese, ma mai perseguiti, i graduati colpevoli di corruzione e di soprusi alla fine hanno ottenuto ciò che volevano: l'espulsione del dissidente e la sua pubblica denigrazione.

Ma a volte, per fortuna, la penna ferisce davvero più della spada e la prima edizione di Un paso al frente è andata a ruba, generando un fenomeno di passaparola con pochi eguali che, a oggi, ha fatto vendere più di trentamila esemplari.

L'eco mediatica ha ridato voce al tenente imbavagliato, trasformandosi in caso politico linea verticale

Il caso mediatico ha ridato voce al tenente imbavagliato e si è trasformato in caso politico; e poi in un processo. Per riabilitare il soldato che crede nei valori che l'hanno spinto a scegliere quella carriera e il cui unico desiderio è mettere fine al nepotismo e al dispotismo che stanno uccidendo un'istituzione pubblica, infangandone il nome.
Nulla di nuovo sotto il sole, commenterà qualcuno: da sempre si sa che potere e corruzione vanno a braccetto; e che dove entra in gioco la politica, qualsiasi sia il suo colore, il marcio c'è ma non si vede.
Un paso al frente è però molto più di un pamphlet, di un je accuse per addetti ai lavori.
L'intuizione di Segura e del suo editore, Tropo, è di dare un corpo narrativo a tutti i dati raccolti in tanti anni di servizio; e di presentarli al lettore in una forma scorrevole e romanzata che, come un fuoricampo cinematografico, colpisce molto di più della cruda realtà espicitata da un saggio. Perché arriva a chiunque, anche a chi dell'esercito non sa nulla, al lettore curioso, al cittadino medio.
Nonostante qualche ingenuità e qualche ripetizione, dovute forse a un desiderio eccessivo di perorare la propria tesi, la trama è funzionale al postulato; la scrittura semplice ma non sciatta lascia il posto agli argomenti, che sono tanti e sostanziosi; e se anche nella coralità troppo insistita si perde qualcosa, il ritratto nel suo complesso è tanto spietato quanto illuminante.
Un romanzo imperfetto ma con personalità.
La buona notizia è che la battaglia di Luis Gonzalo Segura continua: Código rojo, uscito l'anno dopo per Destino, riapre le danze.

Autore: Luis Gonzalo Segura | Titolo: Un paso al frente | Anno: 2014 | Editore: Tropo | Pagine: 392 | ISBN: 978-84-969-1173-4
Un paso al frente linea verticale

 

Forse ti interessa anche...

Copyright © 2014-2016 Cuéntame. Tutti i diritti riservati.
Questo sito utlizza cookies. Per saperne di più. | Privacy.
¿Eres escritor?