Magazine di approfondimento culturale |

Un lungo silenzio di Ángeles Caso

Guerra civil a GijónAncora guerra civile, ancora Gijón, la città asturiana dove partì tutto già immortalata, nei suoi moti rivoluzionari, nello sceneggiato tv Los jinetes del alba di Vicente Aranda.
E di Gijón è nativa Ángeles Caso,
scrittrice uscita in Italia con il solo Controvento, ma in patria dalla lunga carriera costellata di premi e successi.
Tanto da spingere Ana María Matute a dire di lei: «Una scrittrice magnifica. Scrivere non significa mettersi a raccontare storie. Lei non lo fa. Crea un mondo».
Vincitore nel 2000 del Premio Fernando Lara de Novela, Un lungo silenzio è un romanzo difficile, perché è «il romanzo delle donne che persero la guerra».
Sono molte e appartengono alla stessa famiglia, a formare una linea generazionale di eroine silenziose, ma forti e rabbiose:
apre la fila Letrita, poi María Luisa, infine Alegría, e ancora Feda e Merdeces.
Le loro storie sono sporche di sangue, perché dopo la vittoria di Franco e dei falangisti per chi li ha combattuti c'è spazio soltanto per la morte o per la prigionia.

Sono donne che continuano ad amare e a tenere alti i propri ideali. Non basta aver perso una guerra per metterle in ginocchio.
L'insieme dei loro passi fa una marcia, il loro orgoglio crea lo spirito di un intero popolo.

graffa Un romanzo dove la speranza è, alla fine di tanta desolazione, l'unica vera vincitrice

Ispirato da fatti veri, recuperati da Ángeles Caso dalla memoria della sua famiglia – bisnonna, nonna e madre – il mosaico è al tempo stesso corale ma molto intimista, composto com'è da piccoli quadretti, uno per capitolo, in cui una protagonista diversa illustra la propria vita in quegli anni così difficili.
«Nonostante i segnali evidenti, la
gente continuò ad accorrere, decisa a occupare le prime file. Portavano coperte, qualcosa da mangiare e avevano quello strano affanno nello sguardo, la smania di scrutare, controllare, spiare negli occhi degli altri la sincerità o la finzione, mescolata all'ansia di esibire nei propri la fede, vera o presunta.»
Un romanzo dove la speranza è, alla fine di tanta desolazione, l'unica vera vincitrice.

 

Un lungo silenzio graffa Autore: Ángeles Caso
Titolo: Un lungo silenzio
Originale: Un largo silencio
Traduttore: Francesca Conte, Claudia Tarolo
Anno: 2000
Editore: Marcos y Marcos
Pagine: 224
ISBN: 978-88-716-8591-5

 

Forse ti interessa anche...

Copyright © 2014-2016 Cuéntame. Tutti i diritti riservati.
Questo sito utlizza cookies. Per saperne di più. | Privacy.
¿Eres escritor?