Magazine di approfondimento culturale |

Io, assassino di Antonio Altarriba e Keko

Yo, asesinoIl tema del serial killer è abusato dalla narrativa, di genere e no. La parola fine sulla prosa della psicologia dell'assassino seriale, insieme a tanti thriller, è stata per mano di Joyce Carol Oates e del suo Zombie, quasi un trattato sull'identità e sulle motivazioni di un pluriomicida, in forma di romanzo.
Io, assassino di Antonio Altarriba e Keko è, in un certo senso, la trasposizione grafica di quel romanzo.
Attraverso le gesta ben poco epiche di un uomo che ammazza per il puro gusto del gesto estetico, lo sceneggiatore di Zaragoza e il disegnatore di Madrid compongono un grande affresco che analizza e interiorizza l'arte di uccidere.
È proprio un professore d'arte, un luminare dalle preferenze macabre, che compie gli omicidi che danno vita alla graphic novel.

L'uomo si muove seguendo regole che si autoimpone, con due obiettivi in mente: non farsi catturare dalla polizia e non interrompere mai la sua poetica, che si compie nel momento in cui toglie la vita a uno sconosciuto.

Il destino, però, gioca un suo ruolo, e come spesso accade in questi casi anche il piano meglio congegnato può intopparsi. Complice la difficile situazione politica dei Paesi Baschi non del tutto pacificati; e soprattutto complice l'avidità umana, che si nutre d'invidia e crea mostri anche peggiori di un serial killer.

graffa Altarriba e Keko sono riusciti a creare un'opera che è pura arte

La particolarità di Io, assassino, oltre a una sceneggiatura diretta e dal ritmo altissimo, è la rappresentazione brutale che si palesa attraverso il bianco e nero dei disegni. Una monocromia gelida spezzata da un unico colore, il rosso, il cui calore si propaga sì attraverso il sangue, ma soprattutto attraverso tanti dettagli che spiccano solo se si guarda la pagina nel suo complesso.
Io, assassino è ambizioso e riuscito. Trasmette inquietudine e si avvinghia al lettore grazie a una forza morbosa che lo spinge a non abbandonare il fumetto fino alla fine.
È raro vedere un'intesa così stretta tra due menti: Altarriba e Keko sono riusciti a creare un'opera che è pura arte e al tempo stesso intrattenimento intelligente, ricco di spunti e molto personale.

 

Io, assassino graffa  Autore: Antonio Altarriba, Keko
Titolo: Io, assassino
Originale: Yo, asesino
Traduttore: Francesco Satta

Anno: 2015
Editore: Rizzoli Lizard
Pagine: 144
ISBN: 978-88-1708-041-5
El arte de matar

 

Forse ti interessa anche...

Copyright © 2014-2016 Cuéntame. Tutti i diritti riservati.
Questo sito utlizza cookies. Per saperne di più. | Privacy.
¿Eres escritor?