Magazine di approfondimento culturale |

Il maestro di scherma di Arturo Pérez-Reverte

El maestro de esgrimaSecondo romanzo di Arturo Pérez-Reverte dopo L'ussaro, Il maestro di scherma è il primo titolo che proietta il reporter di Cartagena nell'Olimpo dei grandi narratori moderni.
Vi si legge, e non è un caso, la sua grande passione per l'epica. Quella stessa epica che lo ha spinto per tanti anni a inseguire guerre e notizie torna nella pagine del romanzo ancora più potente e affascinante, nonostante il cambio l'abito e il salto in un passato, la fine dell'Ottocento, in cui può però sempre parlare di onore e di ideali.
Il maestro di scherma del titolo è un uomo che vive un'epoca che non sente più come la sua. Un uomo d'altri tempi. Un gentiluomo. Costretto alla brutalità di un presente impregnato di politica e di colpi bassi. La sua stessa arte, la tecnica dell'arma bianca, è messa in pericolo dalla diffusione di pistole e fucili, più rapidi ed efficienti, ma anche più pericolosi perché alla portata di tutti, anche di chi non ha come fine ultimo il bene.

Le scelte narrative di Pérez-Reverte, a fronte di una prosa classica che invece calza come un guanto al suo protagonista, sono piuttosto originali. Decide per esempio di non propendere per un genere, il giallo o il thriller, e non abbraccia neanche la struttura del feuilleton.

graffa Opera complessa e ambiziosa che trascende dalla trama e tratta il lettore con enorme rispetto

Percorre piuttosto la strada più difficile, senza scorciatoie: quella del romanzo ibrido, che si macchia di noir ma non cede alle lusinghe dell'investigazione, anche quando, ben oltre la metà, compare il primo cadavere. Ci sono sì intrighi e delitti, ma è chiaro che non sono la principale preoccupazione dell'autore, che s'impegna invece a tessere un ritratto storico e sociale per poi sfruttarlo come sfondo dei fatti.
Visto in questa prospettiva, Il maestro di scherma è opera complessa e ambiziosa che trascende dalla trama e si sviluppa a beneficio del lettore, che è sempre trattato con enorme rispetto.
È questo, probabilmente, il fattore che permette a Pérez-Reverte di riuscire a stabilire con i suoi interlocutori, siano i suoi lettori o i suoi personaggi, un rapporto privilegiato e schietto. E con simili premese non si stupisce che il quotidiano "El Mundo" abbia deciso di inserire proprio questo romanzo, che sotto tanti punti di vista ha più difetti rispetto ai successivi, nell'elenco delle cento opere in spagnolo migliori del Novecento. Perché in questo suo secondo cimento, Pérez-Reverte mette l'anima e si sente; e il risultato è una prosa di grande umilità che ha nell'umanità la sua principale dote.
Cinque anni più tardi, a confermare un successo destinato a non scemare, arriverà anche l'omonima pellicola, diretta da Pedro Olea.

Autore: Arturo Pérez-Reverte | Titolo: Il maestro di scherma | Originale: El maestro de esgrima | Traduttore: Paola Tomasinelli | Anno: 1988 | Editore: BUR | Pagine: 284 | ISBN: 978-8817074360

 

Il maestro di scherma
El maestro de esgrima

 

Forse ti interessa anche...

Copyright © 2014-2016 Cuéntame. Tutti i diritti riservati.
Questo sito utlizza cookies. Per saperne di più. | Privacy.
¿Eres escritor?