Magazine di approfondimento culturale |

Passerà anche questa di Milena Busquets

Passerà anche questoUn imperatore cinese cercava una frase adatta a qualsiasi occasione, fino al giorno in cui la coniò: «Passerà anche questa».
Proprio da qui parte Milena Busquets (Barcellona, 1972) per il suo nuovo romanzo, Passerà anche questa, in cui gioca la carta più personale a sua disposizione: la morte della madre.
A due anni dal lutto reale, dopo ventiquattro mesi di perdizione e riflessione, le parole le sono scaturite, parole della stessa autrice, di getto. E ne è nato, quasi a sorpresa, il romanzo rivelazione del 2015 in Spagna, venduto in tutto il mondo e rimasto in classifica per molti mesi. Un romanzo che in Italia, invece, è passato apparentemente sotto silenzio.
Dietro la maschera di un personaggio fittizio, Blanca, neo-orfana, Busquets prova a proteggersi, senza però volerlo fare sul serio: un'indecisione di cui sono permeati tutti i protagonisti di questa storia, il cui sipario si apre proprio durante le ultime battute del funerale materno. Volti, lacrime, sguardi che si incrociano. Come abbattere quel muro dolente?

Ed è in questa domanda che si cela il senso del romanzo, che non è un romanzo di lutto vestito di nero, ma un inno alla vita dove il rosso, il rosa e i colori del cielo e del mare di Cadaqués si confondono tra di loro, come su una tavolozza di un pittore disordinato. È lì, nella marittima cittadina catalana in cui sono cresciute entrambe le protagoniste, quella di carta e la scrittrice che sta facendo coming out, che le due donne si ritrovano fianco a fianco per ripartire da capo. Con un'unica grande paura, quella di affrontare il mostro: lo spettro della madre, la sua aura, la sua ombra.

Il libro dell'anno in Spagna; ma in Italia è passato praticamente sotto silenzio linea verticale

Come esorcizzarlo?
Con il sesso, con l'amore, con la leggerezza. Con i pensieri gettati in pasto al vento, a volte profondi, altre volte solo i desideri di una bambina viziata; con le follie di una bambina dal corpo di donna e di una donna dalla mente ancora infantile. Abbandonandosi alle feste, all'alcol, al cibo, alle droghe e a qualsiasi richiesta, anche la più efferata, del proprio corpo.
Vivere, niente di più, niente di meno.
In questo senso il romanzo funziona. Meno propedeutica è la scrittura, sì scorrevole e molto chiara, ma a tratti didascalica e la cui rarefazione rischia di trasformarsi in banalità. Passerà anche questo è però un romanzo che riesce a essere al tempo stesso intimo e commerciale ed è in questo curioso mix che vanno ricercate le radici di un successo tanto fulminante quanto inatteso.
Ottima la traduzione di Roberta Bovaia, meno la copertina e il packaging con cui Rizzoli cerca di spacciare un romanzo che si può leggere a più livelli e destinato a un pubblico sfaccettato per un prodotto a tutti i costi femminile.

Autore: Milena Busquets | Titolo: Passerà anche questa | Originale: También esto pasará | Traduttore: Roberta Bovaia | Anno: 2015 | Editore: Rizzoli | Pagine: 192 | ISBN: 978-88-170-8129-0
Passerà anche questa
También esto pasará

 

Forse ti interessa anche...

Copyright © 2014-2016 Cuéntame. Tutti i diritti riservati.
Questo sito utlizza cookies. Per saperne di più. | Privacy.
¿Eres escritor?