Magazine di approfondimento culturale |

Le strade di sabbia di Paco Roca

Le strade di sabbiaPaco Roca (Valencia, 1969) non delude mai.
Nemmeno quando prende una direzione rischiosa come quella di Le strade di sabbia, pubblicato originariamente in Francia, poi in Spagna, quindi nel resto del mondo. Un potenziale suicidio che si trasforma in successo.
Un romanzo breve surreale, dove grottesco e una punta di gotico si fondo per dare vita a una storia interamente giocata sul paradossale. Ma la carta vincente del disegnatore valenciano è il riuscire a intingere il pennino, come sempre ha dimostrato di saper fare nei suoi lavori migliori, nell'inchiostro della nostalgia e di una dimensione intim(ist)a.
Come in Rughe, il suo comic più celebrato, o come in I solchi del destino, riesce a far viaggiare a braccetto i suoi protagonisti e il lettore.

Il viaggio, qui, è estremamente personale. Un Peter Pan incapace di prendersi le proprie responsabilità arriva tardi a un appuntamento importante e finisce per perdere non solo la bussola, ma proprio se stesso.

Ancora una volta Paco Roca riesce a far viaggiare a braccetto i suoi protagonisti con il lettore linea verticale

Finito nel quartiere vecchio della sua città, non riesce più a uscirne e, come in un incubo kafkiano, deve capirne il funzionamento invece di dare per scontato che tutto, lì, sia come lui si aspetti. Fino a quando non crescerà, al momento in cui non scoprirà le proprie forze e le proprie debolezze, il timido intruso vivrà sulla sua pelle emozioni nuovi, inattese, proprio come quelle di un bambino in un paese delle meraviglie.
C'è tanto da riflettere una volta terminata la lettura di questa breve favola del presente. Paco Roca riesce a rendere normale il grottesco, a creare empatia con personaggi assurdi ma che, in un contesto più assurdo di loro, diventano archetipi e passano per essere perfettamente normali.
Non c'è intento moralistico o pedagogico in Le strade di sabbia, piuttosto una curiosità schietta che viene esaltata dal tratto pulito del disegnatore e dalla semplicità dei suoi dialoghi. Ma, dietro l'apparenza, la profondità filosofica è tale da lasciare a bocca aperta.
Un piccolo capolavoro che non sfigurare accanto a quelli grandi di Roca, che ancora una volta si conferma come uno degli artisti più geniali del graphic novel contemporaneo.

Autore: Paco Roca | Titolo: Le strade di sabbia | Originale: Les rues de sable | Traduttore: Alessandra Papa | Anno: 2009 | Editore: Tunué | Pagine: 96 | ISBN: 978-88-679-0119-7
Le strade di sabbia
Las calles de arena

 

Forse ti interessa anche...

Copyright © 2014-2016 Cuéntame. Tutti i diritti riservati.
Questo sito utlizza cookies. Per saperne di più. | Privacy.
¿Eres escritor?