Magazine di approfondimento culturale |

Il risveglio della signorina Prim di Natalia Sanmartin Fenollera

El despertar de la señorita Prim«Una storia sulla bellezza delle piccole cose
La frase di lancio di Il risveglio della signorina Prim, primo romanzo della galiziana Natalia Sanmartin Fenollera, fa intuire il perché del successo internazionale che è seguito.
A partire dalla copertina, volutamente graziosa, ma molto equilibrata, si capisce di essere di fronte a qualcosa di differente rispetto ai tipici romanzi rosa del momento.

A Natalia Sanmartin Fenollera riesce un difficile incastro di sapori e di umori che elegge un piccolo paese della sua terra, immaginario ma credibile, a luogo di fuga di un'intera generazione di persone che, infastidite dal rumore della quotidianità, cercano un'alternativa consapevole all'idea moderna di vita.
Una decrescita felice, direbbe forse l'autrice nella sua veste principale, quella di giornalista.

graffa Una storia di sentimenti pacati molto differente rispetto ai tipici romanzi rosa del momento

Così accade anche alla signorina del titolo, una bibliotecaria che approda a San Irnerio piena di certezze. Certezze che, come un castello di carta, saranno pian piano intaccate dalla placida filosofia dei suoi nuovi vicini di casa e del suo datore di lavoro, il cui fascino emerge gradualmente.
È una storia che sposa la pacatezza: quella dei sentimenti.
Ricca di spunti (anche letterari), è però anche una storia di trasformazioni.
A metà strada tra un romanzo di formazione ottocentesco – il luogo in cui si svolgono i fatti è intelligentemente fiabesco, privo di coordinate geografiche e temporali – e sogno a occhi aperti – l'amore dei personaggi per la dialettica ricorda tanto la grazia dell'Amélie cinematografica che la schiettezza della disneyana Mary Poppins –, la trama tratteggia la semplicità del momento per elevarlo, soltanto alla fine, al suo vero valore: a segreto ontologico del vivere felici.
La prosa è originale, elegante, eppure scorrevole: una mano maestra, quella di Natalia Sanmartin Fenollera, che si rivela come arte maieutica, capace di accompagnare il lettore attraverso ragionamenti complessi, spingendolo a cercare piani di lettura paralleli ed empatie che non tardano a scatenarsi.
Un romanzo che, rifuggendo stilisticamente la semplicità che narra, finisce per esaltarla; e che si può leggere più volte a caccia di significati e spunti differenti.

 

Il risveglio della signorina Prim graffa Autore: Natalia Sanmartin Fenollera
Titolo: Il risveglio della signorina Prim
Originale: El despertar de la señorita Prim
Traduttore: Gloria Cecchini
Anno: 2013
Editore: Mondadori
Pagine: 264
ISBN: 978-88-046-3511-6
 

 

Forse ti interessa anche...

Copyright © 2014-2016 Cuéntame. Tutti i diritti riservati.
Questo sito utlizza cookies. Per saperne di più. | Privacy.
¿Eres escritor?