Magazine di approfondimento culturale |

Il mistero della cripta stregata di Eduardo Mendoza

Eduardo MendozaUn Woody Allen della scrittura.
Eduardo Mendoza, classe 1943, è un autore atipico. Postmoderno, provocatorio, riesce al tempo stesso a strappare risate e a irridere le autorità.
Il mistero della cripta stregata, uscito nel 1979, è esemplare in tal senso.
Un matto appena uscito dal manicomio viene arruolato dalla polizia per indagare sulla scomparsa di alcune ragazze da un collegio cattolico. Lo farà a modo suo, mettendosi nei guai, in un picaresco tour de force dove il nonsense ha la meglio sulla trama.
Un romanzo caotico, parodistico, ma mai sopra le righe.

Mendoza, che aveva debuttato pochi anni prima quando era ancora in vita il regime di Francisco Franco, riflette nelle sue pagine lo spaesamento di chi, come lui, è stato costretto per tanto tempo a convivere con il male e se ne ritrova libero quasi per miracolo.

graffa Postmoderno, provocatorio, Eduardo Mendoza riesce al tempo stesso a strappare risate e a irridere le autorità

La Spagna, vistasi strappare la camicia di forza della dittatura, è ancora frastornata. Prova a reagire, ma è quasi priva di forza.
Un agnello sacrificale perfetto sull'altare dei ricchi e dei cattolici: mali comuni che la ritrovata libertà non possono estirpare.
I vari livelli di lettura rendono piacevole Il mistero della cripta stregata per qualsiasi genere di lettore: chi voglia scavare alla ricerca del sottofondo politico e sociale; e chi invece desideri soltanto godersi una bella storia di folli avventure scritta con mano salda e senso dell'umorismo.

 

Il mistero della cripta stregata

graffa

Autore: Eduardo Mendoza
Titolo: Il mistero della cripta stregata
Originale: El misterio de la cripta embrujada
Traduttore: Gianni Guadalupi
Anno: 1979
Editore: Feltrinelli

Pagine: 135
ISBN: 978-88-0781-215-6

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Forse ti interessa anche...

Copyright © 2014-2016 Cuéntame. Tutti i diritti riservati.
Questo sito utlizza cookies. Per saperne di più. | Privacy.
¿Eres escritor?