Magazine di approfondimento culturale |

Sulla sponda di Rafael Chirbes

OrillaRafael Chirbes, uno dei grandi autori spagnoli contemporanei, torna al romanzo dopo sei anni di silenzio.
Un silenzio che è però trait d'union.
Nel 2007, poco prima della crisi, il grande speculatore edilizio protagonista di L'equatore delle cose prosperava e comandava, come un generale; oggi, nel 2013, i suoi eredi naturali pagano le sue scelte aggressive, ma soprattutto la propria incapacità di confrontarsi con una delle più gravi catastrofi finanziare mai viste in Occidente.
Sulla sponda si apre con il ritrovamento di un cadavere, in una palude malsana. Due immigrati, due sfruttati senza soldi e senza speranze, aprono le danze. Ma subito scompaiono perché questa storia non è la loro.

È la storia di una Spagna prostrata da un azzardo non riuscito che è costato troppo caro.
Il vero protagonista emerge, come da una palude, ma non riesce a scrollarsi di dosso il fango che continua a trascinarlo a fondo. Esteban, proprietario di una segheria ereditata da un padre-padrone che sembra l'alter ego di Rubén Bertomeu, il personaggio totale del romanzo precedente, è un debole, inadeguato al suo ruolo, al pari dei suoi coetanei in carne e ossa, inadeguati a spingere un paese in ginocchio fuori dalla melma.

graffa Un romanzo tentacolare, crudo, in cui l'occhio del narratore si fissa sulle increspature del male

Sulla sponda, privilegiato da un'eccellente traduzione di Pino Cacucci, è un romanzo crudo, nero, di raro pessimismo. Un romanzo tentacolare. «Un polipo», come lo definisce il suo autore, perché dal corpo centrale partono tentacolari sottotrame che scavano nel profondo e rovistano nel marcio.
Chirbes non ama parlare di vincitori, né tessere apologie dei perdenti. Il suo occhio si punta sulle increspature del male, sull'ineluttabilità della caduta, sulla non catarsi.
Sulla sponda ha vinto tutto ciò che c'era da vincere, in Spagna, ed è stato eletto praticamente all'unanimità da tutti gli addetti ai lavori – critici, giornalisti, editori, scrittori – come il romanzo dell'anno.
Rafael Chirbes, senza toccare nemmeno un cliché nazionale, è riuscito a comporre il Grande Romanzo Spagnolo, un capolavoro con cui chiunque abbia ambizioni di letteratura in Spagna dovrà confrontarsi d'ora in avanti.

 

Sulla sponda graffa Autore: Rafael Chirbes
Titolo: Sulla sponda
Originale: En la orilla
Traduttore: Pino Cacucci
Anno: 2013
Editore: Feltrinelli
Pagine: 384
ISBN: 978-88-070-3106-9

 

Forse ti interessa anche...

Copyright © 2014-2016 Cuéntame. Tutti i diritti riservati.
Questo sito utlizza cookies. Per saperne di più. | Privacy.
¿Eres escritor?